• Home
  • magazine
  • Come prepararsi ad accoppiare il proprio cane per la prima volta…

Come prepararsi ad accoppiare il proprio cane per la prima volta…

Gli allevatori esperti ti diranno sempre quanto sia importante preparare un cane per il suo primo accoppiamento in assoluto. Soprattutto se il cane è giovane, che si tratti di un maschio o di una femmina, il tuo cane potrebbe farsi prendere dal panico, scappare, diventare troppo agitato, o persino ferire se stesso o il suo partner.

Quando si allevano due cani, le fasi dell’accoppiamento sono situazioni molto stressanti sia per il maschio che per la femmina. Poiché il maschio è bloccato all’interno della femmina a causa del nodo copulatorio, entrambi si troveranno bloccati insieme e non in grado di scappare. E se lo facessero, finirebbero per ferire se stessi e il loro partner, rischiando di farsi davvero male. Questo è il motivo per cui è importante che entrambi i cani siano pronti e preparati a rimanere tranquilli nella maggior parte dei fattori di stress quando arriverà il momento in cui entrambi i cani si impegneranno per la buona riuscita dell’accoppiamento.

Se stai accoppiando il tuo cane per la prima volta, ci sono molti fattori da considerare per aiutarti a produrre una cucciolata sana e attiva. Uno dei tanti aspetti da considerare nell’accoppiare una cagna per la prima volta è assicurarsi essa sia perfettamente compatibile con il partner scelto per lei. Gli allevatori responsabili ritengono che ogni cucciolata che allevano dovrebbe essere un miglioramento rispetto ai genitori e uno dei modi per garantire che ciò accada è creare un’esperienza di riproduzione confortevole per entrambi i cani . È importante trovare un compagno anche caratterialmente equilibrato e idoneo per la tua cagna e il modo migliore per restringere la ricerca per l’accoppiamento ideale è quello di presentare i cani prima del giorno stabilito per l’accoppiamento, in modo che i partners possano socializzare e, se qualche impedimento insorge, si ha in questo modo il tempo di riconsiderare o programmare diversamente.

Presentare i cani prima dell’accoppiamento

Per fare ciò, suggeriamo di organizzare più incontri per entrambi i cani alcune settimane prima del giorno dell’accoppiamento. In questo modo, nel giorno previsto per l’accoppiamento, entrambi i cani si sentiranno a proprio agio e felici di vedersi piuttosto che ansiosi o spaventati verso l’altro animale estraneo. Questi incontri possono anche essere un ottimo modo per analizzare se stallone e cagna hanno simili pregi, aumentando le probabilità che questi tratti possano essere trasferiti alla cucciolata, accoppiandoli. Allo stesso modo, un incontro iniziale contribuirà a creare un’atmosfera più confortevole per i cani nel giorno della riproduzione e renderà gli animali meno ansiosi avendo avuto la possibilità di giocare e avendo imparato a conoscersi l’un l’altro durante la loro presentazione introduttiva. Questo accorgimento può anche accelerare il processo di accoppiamento poiché gli animali si saranno già abituati l’una all’altro e quindi saranno meno ansiosi rispetto a se si fossero appena incontrati. 

Non dimentichiamoci che il benessere del cane viene prima di qualsiasi altra intenzione… inoltre, prendere un appuntamento in anticipo con il proprietario del maschio può agevolare gli accordi per tempo e può anche permetterci di valutarlo fisicamente e dal vivo, cosa non da poco.

Organizzare l’incontro in un luogo familiare

Ora che entrambi i cani sono stati presentati e sei soddisfatto del primo incontro, è ora di organizzare l’area destinata alla riproduzione. Dato che è il primo accoppiamento del tuo cane è vitale rendere i partners il più rilassati possibile, e per farlo è consigliabile organizzare il primo allevamento nella tua casa, o comunque in un luogo a loro familiare. Le giornate destinate all’accoppiamento vengono di solito organizzate presso il domicilio del maschio, perché portare un maschio fuori dal suo ambiente normale può causare insicurezza e fare divagare la sua attenzione. I cani dovrebbero essere dotati di un’area recintata privata con una buona porzione di terreno in piano, preferibilmente fuori quando il tempo lo consente, dove possano accoppiarsi senza distrazioni.

Normalmente, dovrebbero essere presenti solo due handler o accompagnatori , preferibilmente i proprietari di ciascun cane. Il processo di accoppiamento non deve essere affrettato. I cani possono aver bisogno di ore o giorni per sentirsi a proprio agio l’uno con l’altro, anche con una riunione introduttiva, poiché è un’esperienza che uno dei due (o entrambi) sperimenta per la prima volta. Se sei il proprietario della femmina, puoi sempre portare una coperta o dei giocattoli da casa in modo che possano avere un profumo familiare intorno a loro che la aiuterà in un nuovo ambiente.

Mentre i cani sono nella zona di riproduzione dovrebbero essere sorvegliati in ogni momento per garantire la loro sicurezza, di solito con entrambi al guinzaglio e con la femmina tenuta delicatamente con la museruola, specialmente se è primipara (partorirà per la prima volta). Tuttavia, mettere la museruola troppo presto o troppo tardi comporta che se lei prova dolore o non è disponibile per essere montata, non ha un modo efficace per dirlo, avendo la bocca serrata. È un rischio da fronteggiare, e non lo consigliamo a tutti.

Parlare con i cani con una voce dolce e incoraggiante può aiutarli a sentirsi sicuri e a proprio agio. Non dovrebbero mai essere sgridati e rumori o voci dovrebbero essere evitati nella zona di riproduzione per garantire che entrambi i cani siano rilassati nel loro ambiente.

Si consiglia inoltre di non lasciare altri cani nella zona di riproduzione in quanto potrebbero rappresentare una distrazione per l’accoppiamento. La gelosia può anche prendere il sopravvento se la coppia non è tenuta separata da altri maschi, in quanto due maschi possono sfidarsi per la femmina o per l’attenzione dei proprietari. L’area più efficace per un primo accoppiamento sarà in un’area privata, preferibilmente dove il maschio vive e con poche distrazioni. Più gli animali sono rilassati, più è probabile che riusciranno a riprodursi con successo.

Sempre meglio che uno dei due partners sia già esperto…

Se è la prima volta di entrambi i cani, è probabile che diventino entrambi molto ansiosi e incapaci di completare effettivamente il rapporto. C’è una serie di difficoltà che può avvenire durante il processo di accoppiamento, come aggressività durante l’introduzione, entrambi i cani possono essere timidi, la femmina abbaia al maschio, il maschio non è in grado di montare la femmina, ecc… Questo è il motivo per cui, se il vostro cane non si è mai accoppiato prima, si consiglia di trovare un partner esperto. Questo può alleviare alcune di queste comuni difficoltà, che possono verificarsi quando si tratti di due cani che non si sono mai accoppiati prima. Lo stallone o la cagna esperti guideranno invece il partner con sicurezza, poiché la controparte esperta avrà già sperimentato la procedura di accoppiamento. Adottare tali accortezze è utile sia per chi si avvicina all’allevamento per la prima volta, che per i cani, dimezzando ampiamente gli sforzi profusi per portare a termine il compito.

Quando scegli un partner esperto per il tuo cane, questo dovrebbe sempre avere una storia ben documentata, che dovrebbe includere la storia dei genitori e dei fratelli. Il pedigree del cane dovrebbe prestare particolare attenzione a qualsiasi disturbo genetico o potenzialmente ereditario nel maschio o nella femmina, così come nei loro genitori e prole. È fondamentale ricordare che gli allevatori responsabili non dovrebbero mai compromettere la salute del loro cane per motivi monetari, quindi è importante fare ricerche approfondite sulla scelta del partner per il tuo soggetto. La fascia di età riproduttiva suggerita dal Kennel Club è che le femmine non dovrebbero essere allevate prima di avere 2 anni, cioè quando è possibile aver eseguito la maggior parte dei test sanitari, e per gli ulteriori accoppiamenti è deontologicamente corretto che si salti almeno un calore tra un parto e il successivo.

Non mostrare segni di impazienza se l’accoppiamento non andrà a buon fine…

hai a che vedere con esseri viventi, non con macchine da riproduzione.

Allo stesso modo della femmina, non è consigliabile accoppiare i maschi prima di aver terminato gli esami sanitari opportuni, quindi mai prima dei 12-14 mesi di vita (18 per alcune razze). Come affermato, è molto importante per un cane di razza particolarmente grande completare la propria crescita prima di generare prole. I problemi cardiaci e la displasia dell’anca e del gomito sono più comuni nelle razze di grandi dimensioni, ma possono anche comparire nei cani più piccoli. Alcuni di questi problemi non emergeranno fino a quando un cane non avrà raggiunto la maturità fisica. Poiché questi problemi di salute potrebbero non essere ovvi e facilmente identificabili precocemente, è fondamentale che i cani maschi raggiungano la piena taglia e la maturità prima di consentire loro di riprodursi. L’età e la salute del partner che scegliete devono sempre essere considerate in modo che possano essere prodotti cuccioli sani e la vostra reputazione non sia messa a rischio per ragioni monetarie.

Cerchiamo di non diventare noi, la distrazione…

Da proprietari prima che da allevatori, tendiamo a voler sempre essere in giro per monitorare il processo di accoppiamento, soprattutto quando è il primo accoppiamento del tuo cane, e magari entrambi siete molto legati. Si consiglia di tenere d’occhio la coppia, assicurandosi che non insorgano problemi come difficoltà nella monta o aggressività generale da parte dei cani. Tuttavia, se non ci sono problemi visibili, dovresti cercare di rimanere invisibile.

In effetti, il tuo cane ti vedrà come un’enorme distrazione se ti muovi ansiosamente intorno alla zona di riproduzione, vorranno giocare e interagire con te piuttosto che con il partner. Questo è il motivo per cui è meglio stare in disparte e cercare di non interferire con il naturale processo di accoppiamento. Se il tuo cane ti vede o ti sente, la sua attenzione si concentrerà su di te e su ciò che stai facendo, cosa che può ritardare l’interesse riposto nell’accoppiamento.

Tuttavia, se il tuo cane appare angosciato dalla situazione, puoi parlare con lui o lei in tono sommesso, come precedentemente consigliato, in quanto ciò può confortare il cane ansioso. Questo può creare un’atmosfera rilassante per il cane nel nuovo ambiente. L’accoppiamento può essere un processo lungo, quindi anche se i cani non stanno procedendo velocemente ti consigliamo di combattere l’impulso di essere coinvolti, il processo può richiedere ore a volte anche giorni ma se si agisce come una distrazione si allungherà e non di poco.

Potrebbe essere necessario più di un tentativo…

L’accoppiamento può spesso richiedere più di un tentativo, essere pronti a tornare il giorno successivo o organizzare un secondo o un terzo tentativo mentre i cani si conoscono e si sentono a proprio agio nel loro ambiente, specialmente se un medico veterinario non ha effettuato un monitoraggio del ciclo estrale della femmina, e l’inesperienza ha portato a recarsi dal maschio in un momento non idoneo. Un soggetto inesperto può aver bisogno di più tempo e pazienza per accoppiarsi con successo. Uno dei modi in cui puoi aiutare i cani ad accoppiarsi è di aiutarli a posizionarsi se uno o entrambi gli animali hanno difficoltà con questo, ma consigliamo vivamente di lasciare queste operazioni a persone esperte.

Il processo di accoppiamento può durare decine di minuti, mentre il maschio monta e i due cani si muovono e cambiano posizione. Il legame di inseminazione reale può richiedere da un minimo di cinque minuti sino ad un’ora, durante la quale i cani non saranno in grado di separarsi a causa del nodo copulatorio. Assicurati che non ci siano rumori forti o altre interruzioni che li spaventino in questi momenti. Se vengono spaventati e tentano di separarsi possono farsi male. I cani si separano naturalmente quando il nodo si scioglie.

Se la coppia si accoppia con successo è importante impedire alla cagna di urinare per circa trenta minuti dopo l’accoppiamento evitando che si verifichi la fuoriuscita del liquido seminale appena depositato dal maschio. È una buona idea fornirsi di un trasportino dove farla riposare, perché abbia meno probabilità di urinare. Se sei il proprietario del maschio, devi controllare che rinfoderi nel minor tempo possibile. Se non lo fa, non forzarlo. Potrebbero volerci trenta minuti perché ciò accada naturalmente, ma accertati che lo faccia.

L’accoppiamento è un processo lungo, ma il modo migliore per aumentare le possibilità di successo è quello di garantire che il cane sia sano, felice e a suo agio nel suo ambiente. Questo può richiedere diversi tentativi, ma ti aiuterà come allevatore e faciliterà il tuo cane nell’espletare il compito in un ambiente piacevole.

accoppiamento, allevamento


EMG Admin

Medico Veterinario e Allevatore di Labrador con Affisso Riconosciuto ENCI - FCI "EpicMagnaGraecia's" dal 2001.

Lascia un commento

Alla nascita della prossima cucciolata mancano...

Giorni
:
Ore
:
Minuti
:
Secondi

Seguici