• Home
  • Blog
  • News cinofile: ritirati dal mercato cibi per cani, la lista…

News cinofile: ritirati dal mercato cibi per cani, la lista…

I ritiri dal mercato non sono infrequenti, specialmente quando la FDA (Food and Drugs Administration) riscontra contaminazioni, e questo accade sia per le derrate alimentari umane che per il cibo per animali domestici. Ma quali contaminazioni sono presenti e dove trovare la lista completa dei prodotti coinvolti?

Il ritiro del prodotto dal mercato è sempre indice di pericolosità dell’alimento per la salute dei nostri animali domestici. In questo articolo discuteremo di tutto quello che comporta un ritiro dal mercato e di come gestirlo.

Che cos’è un ritiro dal mercato?

Si tratta di una situazione in cui un ente di sicurezza alimentare si trova costretto a richiamare dalla vendita al dettaglio un prodotto di una o più marche poiché sussiste un reale rischio di contaminazione da parte di un agente patogeno. L’annuncio di ritiro dal mercato solitamente è reso pubblico.

Quando si verifica un richiamo di un determinato prodotto, esso avviene nell’ordine inverso rispetto alla normale catena di approvvigionamento: una normale catena segue l’ordine di seguito riportato.

CATENA DI APPROVVIGIONAMENTO

PRODUTTORE – DISTRIBUTORE – GROSSISTA – RIVENDITORE – CONSUMATORE

Il richiamo consiste nell’informare il consumatore del rischio di contaminazione del sacchetto di cibo da lui acquistato, perché egli attraverso il rivenditore lo riconsegni al grossista che si è occupato della catena di commercializzazione. Quest’ultimo, attraverso il proprio distributore, lo restituirà al produttore.

La situazione descritta è assolutamente pericolosa, in quanto se il cane consumasse comunque una partita di alimento contaminato potrebbe subire conseguenze sanitarie, dall’intossicazione sino al decesso per ingestione di alimento insalubre.

Generalmente, i richiami che riguardano i cibi, anche quelli per cani, si verificano per contaminazioni da salmonella o altri batteri e virus. Può anche succedere che il cibo sia richiamato per il riscontro di elevati livelli di vitamine o minerali, in quantità superiori ai limiti consentiti per legge. Alcuni richiami vengono messi in atto quando si sospetta la presenza di partite non conformi al controllo qualità o di sostanze estranee come oggetti o materiali non edibili.


Perché vengono richiamati alcuni alimenti per cani?

Abbiamo deciso di elencare alcuni dei motivi più frequenti che comportano il ritiro dal mercato di prodotti destinati all’alimentazione del cane.

Contaminazioni da salmonella

La Salmonellosi, nel cane, è dovuta all’ingestione di carne cruda (es. pollame), uova e latte contaminati. I produttori di alimenti umidi e secchi che utilizzano queste materie prime nelle formulazioni sono altamente soggetti a ritiro.

Sfortunatamente, il ritiro avviene sempre dopo che qualche animale ha manifestato l’infezione e la FDA ne è venuta a conoscenza…

Contaminazioni da E. Coli

La Colibatteriosi o intossicazione da Escherichia Coli è un altro pericolo delle derrate alimentari contaminate da feci. Se il cibo per cani contiene carne cruda, o è miscelato a contaminanti che contengono il batterio, si verifica la diffusione dello stesso nell’alimento.

La gravità dell’intossicazione risiede anche nel fatto che, una volta ingerito il batterio, il cane stesso ne diviene il vettore, eliminandolo nell’ambiente attraverso le feci.

Contaminazione da L. monocitogenes

La Listeriosi, come la Salmonellosi, è una malattia di origine alimentare, dipendente dall’ingestione di pesce crudo, cibi stantii o preconfezionati, salumi, ecc… dunque, a rischio di ritiro sono gli alimenti per cani a base di pesce e sottoprodotti del pescato.

Anche se la malattia è raramente sintomatica nel cane, esso diviene portatore del batterio, con rischi sulla salute pubblica.

Elevati livelli di vitamine o minerali

Eccessi di vitamina D possono causare danni renali, sino al blocco e al decesso. Tutti i cibi contenenti livelli elevati di questa vitamina vanno ritirati dal mercato.

Carne e pesce talvolta contengono livelli elevati di rame. Il suo eccesso nell’alimento può causare irreversibili danni epatici e conseguente insufficienza. Se la quantità di rame nell’alimento supera un certo limite, esso va richiamato. Se il tuo cane si nutre con alimenti contaminati da livelli eccessivi di rame potrebbe manifestare aumento della sete, perdita di appetito e, in casi gravi, anche ittero.

Bassi livelli di tiamina (vitamina B1)

Non tutti i richiami avvengono per eccessi vitaminici, ma può accadere anche il contrario, casi in cui alcune vitamine siano insufficienti.

Gli alimenti in scatola sono i più soggetti a questo rischio, e la carenza di tiamina è uno di questi. Le conseguenze sono morte improvvisa o malesseri silenti che esplodono in modo imprevedibile.

Presenza di corpi estranei

Trovare pezzi di plastica o metalli che si mescolano al cibo durante la lavorazione non è raro. Le fabbriche processano enormi quantità di cibo e l’errore è spesso inevitabile.


Nel 2018 si contano solo negli Stati Uniti ritiri per 23 marchi; la causa più comune di questi richiami è stata la Salmonella o la Listeria. Ma nel 2019 questi richiami, e solo nel febbraio 2019, hanno riguardato ben 55 prodotti. Un numero enorme se consideriamo il trend…

Quali informazioni per il cliente deve contenere un richiamo?

Di seguito, senza ombra di dubbio, sono elencate le informazioni che deve obbligatoriamente fornire ogni richiamo o ritiro dal mercato:

  • Nome del marchio: il nome della marca ed il suo logo sono obbligatori per non ingenerare confusione;
  • Data del richiamo: la data è fondamentale per aiutare i consumatori a comprendere se il loro prodotto rientra nella serie ritirata;
  • Nome del prodotto: informazione essenziale per capire quale tipo di prodotto sta subendo il ritiro;
  • Numero di lotto: ogni serie prodotta ha un lotto, che deve essere assolutamente menzionato per verificare l’idoneità al richiamo;
  • Data di produzione: nel caso in cui il lotto non sia chiaramente identificabile, l’indicazione della data di produzione torna utile per risalire alla partita incriminata;
  • Data di scadenza: informazione “di backup” utile se entrambi numero di lotto e data di produzione non sono chiaramente identificabili o sono illeggibili;
  • Tipo di difetto/alterazione riscontrato: il motivo del richiamo deve sempre essere presente, per consentire al consumatore di approntare misure volte ad evitare le conseguenze date dall’eventuale consumo.

Le comunicazioni di ritiro devono essere fruibili subito e da chiunque, dunque vanno diramate su ogni canale possibile, evitando che sia troppo tardi.

Dove posso trovare informazioni sugli ultimi “alert”?

I siti web che forniscono questo tipo di informazioni sono numerosissimi e sempre aggiornati. Qui vi forniamo un breve elenco di quelli consultabili per comodità anche se non vi sono allarmi in corso, ma giusto per conoscere “il trend” dei ritiri negli ultimi periodi, o se avete qualche dubbio in merito:

  1. DOG FOOD ADVISOR
  2. DIPARTIMENTO FDA DEGLI STATI UNITI
  3. ASSOCIAZIONE MEDICA VETERINARIA AMERICANA (AMVA)
  4. PETFUL

Quale marca di cibo non è mai stata richiamata?

Sulla base dell’ultimo alert diffuso dalla FDA in materia di ritiri di alimenti per animali domestici, nel 2019 ci sentiamo di consigliarvi quelli che non hanno mai subito un ritiro sino ad oggi:

l’azienda alla quale ci affidiamo per l’alimento dei nostri cani

Ad oggi, l’azienda non ha subito richiami prodotto, ed è quella a cui ci affidiamo per la nutrizione dei nostri cani. Per informazioni sull’acquisto, non esitate a contattarci.


Lista alimenti da boicottare e consigliati

Fortunatamente, oltre alla nostra Aldog, altre marche italiane sono esenti da ritiri nell’ultimo quinquennio. Il sito web che segue vi indirizza ad un elenco completo, corredato di contatti.

NEL NOSTRO SHOP ONLINE

Sono disponibili i prodotti da noi testati e selezionati come “ottimi” per i nostri amici a quattro zampe.

alimenti, cibo, commercio, ritiri


EMG Admin

Medico Veterinario e Allevatore di Labrador con Affisso Riconosciuto ENCI - FCI "EpicMagnaGraecia's" dal 2001.

Lascia un commento

Restiamo in contatto

Iscriviti alla nostra Newsletter per non perdere gli aggiornamenti.

Prodotti

Stiamo aggiornando l'inventario prodotti, sia per il tuo cane che per la fotografia, rimani sintonizzato sul nostro Blog per conoscere le novità.

Supporto

© 2001-2019 EpicMagnaGraecia's, All Rights Reserved